B R O G I O   -   S C H E D A    T E C N I C A   . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .  P a g .    1 - 2 - 3
"I LIMITI DEI DISPOSITIVI GIA' IN COMMERCIO"

Allo stato attuale della tecnica sono conosciuti decespugliatori sulla cui testa motorizzata, all'estremità dell'asta di impugnatura, in un caso viene ancorata la testina da cui emergono radialmente due o più tratti di filo di nylon, in un altro caso viene ancorato un disco di acciaio con lame sporgenti, fisse o mobili.
L'utilizzo della testina con fili di nylon sporgenti rende l'attrezzo adatto per il taglio e la frantumazione di vegetali poco resistenti ed in particolare di erbe, di cespugli e di altri vegetali facili da tagliare.
L'utilizzo del disco con lame di acciaio sporgenti rende il decespugliatore adatto per il taglio di rovi, di arbusti legnosi e di germogli di alberi, quindi adatto per il taglio di prodotti legnosi o comunque molto resistenti.

L'utilizzo della testina con tratti sporgenti di filo di nylon consente il taglio di erbe e di arbusti sottili anche a ridosso di corpi rigidi, di piante, di muri (particolarmente di quelli a secco), ove le erbe e gli arbusti nascono nelle rientranze tra una pietra e l'altra.
Tale utilizzo a ridosso di piante e muri se da un lato è vantaggioso poiché elimina il ricorso a forbici e ad altri
attrezzi taglianti, da un altro lato determina il rapido

consumo dei fili taglianti e la necessità di frequenti interruzioni dell'opera di rasatura per consentire all'operatore di far avanzare i fili sporgenti e ricondurli alla giusta sporgenza dalla testina da cui emergono, man mano che si consumano.

L'utilizzo del disco con lame d'acciaio sporgenti consente il taglio anche di prodotti vegetali resistenti, senza che sia richiesta un'interruzione dell'operazione di taglio, purché tale operazione non avvenga a ridosso del tronco di piante, a ridosso di muri o comunque di parti meccanicamente molto dure e resistenti, poiché in tal caso il decespugliatore subisce violenti urti e quindi repentini rimbalzi sulle superfici urtate, con pericolo di rottura del disco e con necessità di frequenti affilature delle lame taglianti sporgenti del medesimo.

I mezzi di taglio noti da applicare ai decespugliatori non risolvono pertanto il problema nel caso in cui occorra eseguire il detto taglio nei boschi con cespugli legnosi e piante ad alto fusto, nei campi con piante come gli ulivi, nei terreni a terrazze con i differenti sostenuti da muri a secco ove nascono in abbondanza erbe, cespugli e comunque vegetazione resistente al taglio.

Pag. precedente <<   -   Pag. successiva >>            
 

Torna alla Home Page >> Accedi a www.f2n.it >> Accedi a www.flynet10047.com >>